La poesia la vivo
e l’ho sempre vissuta
come una liberazione interiore di sentimenti;
è un quadro che contiene
tutti i colori della vita,
ricco di emozioni, sensazioni, immagini, particolari, profumi,
la cui cornice è sempre
AMORE.

La poesia è come un fiume
che travolge il mio spirito
e guida
quasi inconsapevolmente
spontaneamente
la mia penna, meglio,
la mia matita.

Le mie bolle

    • Mille perché senza protezione

    • di colpo invasa dalle bolle,

    • rincorrere ogni istante la salute

    • domandandosi in quale rifugio si è accasciata,

    • striscia il percorso nel sentiero centrale,

    • imballa frequenti soglie,

    • viaggia con mezzi infranti l’abbandono,

    • nasce dalla penna consumata la domanda:

    • dove si trova il mucchio di pastiglie fatate?

    • mormorii suggeriscono di sperimentare nuovamente.

    • Troppo invadente la loro potenza,

    • quante scatole in buste lese,

    • quante persone attanagliate,

    • il cuore chiama

    • la liberazione nello scrivere.

Senza limiti

    1. Fortemente illusa circondata da una sfera
    2. di fiori che sembra esistere,
    3. imprigionata dalla potenzialità avverto

    4. un canto irraggiungibile, nato dall’intimo della terra

    5. che vuole apprendere,

    6. ciò che avvolge la singolarità di un gesto,

    7. senza limiti,

    8. limiti capovolti.

Papavero rosso

      • Stamani tra i miei fiori

      • è nato un papavero rosso,

      • elegante,

      • vivo,

      • si distingue col suo stelo fiero

      • di farsi lisciare dal vento.

Salice

      1. Le tue labbra inseguono le mie,

        isolati nel salice

        che fodera platee d’occhi,

        imbrogliamo i toni della sera

        rallentando il raggio verde.

        Eccoci qua, attuali

         in questa strana breccia

        dove solo noi possiamo applaudire.

Romantica

      1. Apre lo sterno con petali di stelle
      2. collega ricami di amabili fattezze,
      3. inarca fantasie di ribes.
      4. Esorta richiami di totalità
      5. in fioriture di batticuore,
      6. mondi gironzolanti visionano
      7. nella sua mente ballerina
      8. un caschè di tango argentino.

Slot machine

        • Entra il gioco in tratti colorati
          a premere il bottone,
          di giornate colpevoli
          di scoppi improvvisi
          di riflessioni non condivise.

        • Gira e aspetta
          la combinazione vincente,
          di truccate sequenze
          di fiammanti tappe
          di accessi mai scalfiti.

        • Scende e suona
          l' illusione mai vissuta,
          di miraggi occulti
          di smisurati affetti
          di peculiari orbite.

        • Afferra e vince
          il riscatto ambito
          di una slot machine.

Amanti

        • Giro di sguardi

          al rosso di un semaforo,

          stacca ampliati lampi

          che dilaniano i secondi

          sopraggiunti a dividere

          in schegge sinfoniche

          gli amanti.

Soffi

        • Corro da te duellando con le ore

          in un via vai di possibilità,

          scelgo l’unica incerta soluzione

          per raggiungerti nel viottolo cupo

          abbigliato di nostra virtù.

          Come spiegare l’infallibile ardore

          che sponsorizza i miei passi?

          Sboccio nei miei passi

          centellinando ansie d’amore

          per avviare stupore

          in minimi accenni soffiati.